vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Madonna Del Sasso appartiene a: Regione Piemonte - Provincia del Verbano Cusio Ossola

Centonara

Nome Descrizione
Indirizzo Centonara
Centonara (mt. 634 s.l.m.) fu una frazione del comune di Artò fino al 1928, quando fu unita al neonato comune di Madonna del Sasso.
Così era descritta in una cartolina di qualche anno fa:
"Il ridente ed ameno villaggio di Centonara è posto sui pianori della Colma, ricchi di praterie e di castagneti e domina l'azzurro bacino del Cusio, dalle cui acque fiorisce la storica e leggendaria Isola di S. Giulio.
Incantevole di panorami è la strada provinciale, che da Alzo sale a Centonara, c.ca 2,5 Km, e prosegue fino ad Artò, arditamente alpinistica è la via acciottolata che vi si accede da Pella e va a raggiungere Varallo e la Valsesia per la Colma; e per l'alpe Cambocciolo si protende fino a Piana dei Monti, Cellio e Breia.
Le occupazioni principali della popolazione sono la pastoria, la coltura dei frutti, dei cereali, la lavorazione del granito e dei legnami e la pesca delle trote."
Risalente al 1300 circa è l'antico oratorio dedicato a Santa Maria Maddalena, uno dei più antichi della valle, che oggi possiamo vedere nella sua finitura Cinquecentesca.

Con campanile romanico, è ad unica navata, con due altari laterali, dedicati all'Immacolata e ai Santi Chiara e Francesco.
Della fine nel 1800 è invece l'antica macina per la canapa, costruita nel 1870 e in funzione fino agli anni '30. Oltre alla canapa, si pestavano mele e noci, gratuitamente per gli abitanti del comune, e a pagamento per gli altri.
Tipicamente la canapa era seminata in primavera e raccolta nel mese di agosto.
Dopo essere depositata in appositi pozzi, era fatta seccare, allo scopo di separare il filo dal legno e in autunno, poi, si portava alla macina. Una volta filata e sbiancata, la matassa era poi mandata in Valsesia, dove veniva tessuta per farne lenzuola, asciugamani e pezze.